Curiosità

Sottomissione sessuale che cos’è e come si “gioca”

Sottomissione e dominio

La sottomissione ed il potere nella sessualità sono elementi fondamentali per l’erotismo. Entrambi hanno un loro potere ben preciso. La sottomissione offre al partner la possibilità di esercitare il potere delle emozioni e del rapporto. Il potere invece aumenta l’autostima con la sensazione di potenza sull’altro. La sottomissione ed il dominio rinforzano il potere dell’altro, lo rassicurano sull’appartenenza, è un buon deterrente per la gelosia. Inoltre costituisce un rinforzo al narcisismo e misura la propria competenza sessuale. Chi viene dominato accetta incondizionatamente il bisogno di appartenere all’altro, di accettare tutte le regole imposte. Il dominio invece è una sensazione più mentale che del corpo. Il dominante durante il rapporto deve restare vigile e gode del fatto che l’altro/a obbedisca ad ogni suo comando.

Passivo e attivo

L’atteggiamento passivo di solito è più femminile che maschile, alla donna piace essere guidata alla scoperta di erotismo e sesso mai sperimentato. Tutto questo nasce da un accordo tra i due partner ma di norma chi domina è l’uomo. Quando si decide di giocare sessualmente si imposta una parola di salvezza detta Safeword. La persona dominante se sente pronunciare tale parola dal sottomesso deve interrompere immediatamente qualsiasi atto stia compiendo. Di norma dominazione e sottomissione si applicano quando una coppia effettua nell’ambito sessuale e non solo atti estremi. Il primo oggetto simbolo è il collare che il dominante regala al sottomesso come segno di appartenenza. Un semplice rapporto sessuale non ha bisogno di parole di blocco in quanto è un atto semplice e senza particolari giochi.

Come si gioca

Il dominatore esercita sul sottomesso un potere a 360 gradi quindi investe non solo la sfera sessuale ma anche quella privata. Il dominatore può controllare ed imporre regole ben precise, imposizioni, divieti e comportamenti da eseguire. Chi domina decide se il sottomesso può o meno godere, quando e come lo può fare. Il sottomesso viene portato a godere anche senza l’atto sessuale vero e proprio ma attraverso giochi erotici imposti. Il dominatore prova eccitazione estrema masturbando e facendo godere il partner giocando, stimolando o a volte facendo provare dolore. Il rischio di questo gioco sta nel fatto che molto spesso si arriva a livelli talmente alti che il sottomesso può rischiare danni o forte dolore. Le coppie che amano questo tipo di rapporto spesso usano anche oggetti che stimolano, infliggono dolore, aumentano il piacere.

Disubbidienza e venerazione

Se il sottomesso non rispetta le regole del gioco e disubbidisce al padrone allora può subire delle punizioni. Possono essere punizioni corporee o verbali, a volte vengono frustati, gli viene imposto di non poter godere durante la penetrazione. Questi alcuni esempi di punizioni corporali. Bisogna sapere che a volte il sottomesso sfida il padrone e prova piacere in questo gioco. Essere frustati e poi penetrati fa provare al sottomesso il doppio di piacere. Per chi non ha mai provato e sperimentato questi giochi le cose possono sembrare al di fuori di ogni logica. Non è così, documentandosi e leggendo storie vere si capisce quanto la mente umana sia contorta. Il sottomesso venera il suo padrone e cerca in tutti i modi di non dargli mai dispiacere. Anche questo è piacere sia per il sottomesso che per il dominatore. Se da stasera volete provare comprate collare e manette e buon divertimento.

Tags

Articoli correlati