Economia e Finanza

Esperio: Il rimbalzo si sta estendendo, ma potrebbe invertire in qualsiasi momento

Lo slancio al rialzo delle quotazioni azionarie si sta estendendo su entrambe le sponde dell'Atlantico

Lo slancio al rialzo delle quotazioni azionarie si sta estendendo su entrambe le sponde dell’Atlantico. L’indice S&P 500 di Wall Street ha superato i 4.170 punti, un livello visto l’ultima volta all’inizio di giugno. La precedente ondata di vendite per una valore superiore a 500 punti, tuttavia, è iniziata con quotazioni leggermente superiori a 4.200. L’atmosfera di massima allerta è particolarmente ragionevole considerando il prossimo dato importante degli NFP (Non Farm Payroll).

Anche l’elevata domanda di contratti d’oro è stata individuata a livelli superiori a $1.770 per oncia, con la prospettiva di sfondare il limite di $1.800, che potrebbe essere considerato un segno indiretto di preoccupazione generale. Anche in questo caso, questo fenomeno in sincronia con gli indici azionari in crescita, non è così strano. Questo potrebbe essere spiegato dai rendimenti dei buoni del Tesoro non sufficientemente alti grazie anche ai messaggi confortanti della Federal Reserve (Fed) che vuole attendere la fine dell’anno prima di fare ulteriori aumenti dei tassi di interesse. In un ambiente competitivo con poche obbligazioni redditizie e un’inflazione sbalorditiva, le scommesse sui metalli preziosi spesso prendono il sopravvento.

Gli indici azionari delle principali economie dell’UE sono riusciti ad aumentare ancora una volta di più del previsto, questa volta grazie alle notizie sugli ordini di fabbrica tedeschi che sono scesi di un altro 0,4% a giugno dopo aver perso lo 0,2% a maggio. Tuttavia, il consenso preliminare degli esperti è stato peggiore in quanto ha mostrato un calo dello 0,8%. Quindi, il mercato ha ritenuto che questo tipo di rallentamento non fosse un cattivo risultato in mezzo alla crescente crisi dell’approvvigionamento di gas, commenta Alex Boltyan, l’analista di Esperio.

Il rapporto di ING Group ha mostrato che gli utili del secondo trimestre hanno superato le previsioni del pool degli analisti, con un utile per azione di €0,31 su un fatturato di €4,68 miliardi, che ha superato le stime medie di €0,297 su un fatturato di €4,53 miliardi. Le azioni di Credit Agricole sono aumentate di circa il 4% dopo che il prestatore francese ha presentato buoni risultati nel secondo trimestre. Anche le forti previsioni di profitto da PayPal e dai prezzi del petrolio Brent inferiori a $100 al barile hanno contribuito a migliorare il sentimento del mercato.

I prezzi del petrolio sono scesi di oltre il 4,5% dopo l’informazione che le scorte di petrolio negli Stati Uniti sono aumentate di 4,5 milioni di barili la scorsa settimana. Un petrolio più a buon mercato può sostenere le economie dei paesi consumatori, ma quasi distruggere le possibilità di un aumento sostanziale della produzione di petrolio da parte degli esportatori OPEC+, poiché non sono desiderosi di farlo a causa dei chiari segni di una recessione. Complessivamente, l’equilibrio tra domanda e offerta potrebbe in seguito costringere i prezzi del petrolio a salire di nuovo, in modo che gli attuali prezzi a due cifre possano solo dare una breve pausa al peso dell’inflazione globale.

L’indice ISM del settore servizi negli Stati Uniti è salito a 56,7 punti dai 53,5 di un mese fa, un’altra ragione per la migliore performance di Wall Street. L’analista di Esperio nota che si è manifestata una certa ripresa, e formalmente continua, ma questo processo è molto irregolare. Questo perché gli indici vengono aumentati, principalmente a causa di alcuni gruppi di attività come i beni a basso costo del settore dei beni di consumo al dettaglio, i titoli di viaggio che stanno andando molto meglio dopo la pandemia e alcuni potenziali “ranger di salvataggio” tra cui i giganti della tecnologia guidati da Apple. Eppure, il segmento industriale rappresentato dal Dow Jones 30 è ancora in ritardo e non è stato in grado di riscrivere i suoi precedenti massimi estivi, a differenza dell’S&P 500 e del Nasdaq. Però anche il mercato degli Stati Uniti non è ancora pronto ad abbracciare i titoli bancari, quindi per gli investitori questa è una sfida ancora da giocare.

Segui le notizie dai mercati finanziari con Esperio 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button