Economia e Finanza

Esperio: I mercati non mostrano ancora segni di ripresa

L'analista di Esperio suggerisce che gli investitori europei potrebbero difficilmente credere in un futuro migliore per l'economia nazionale e globale

L’indice Euro Stoxx 50 delle principali società continentali e l’indice tedesco Dax 40 hanno parzialmente rimbalzato dai minimi di settembre rispettivamente del 2,4% e del 2,7%, nonostante gli shock dell’offerta di gas all’inizio del mese.

La russa Gazprom ha chiuso il suo gasdotto Nord Stream 1 apparentemente cercando di compensare le sanzioni europee e danneggiare l’economia dell’UE. Di conseguenza, i funzionari dell’UE si stanno ora muovendo per mitigare gli effetti dei prezzi elevati del gas e dell’elettricità per i consumatori.

Il portavoce Dmirty Peskov ha accusato le sanzioni occidentali che hanno reso al momento impossibile la manutenzione e il funzionamento di apparecchiature chiave, mentre Gazprom ha affermato come causa l’impossibilità di reindirizzare ulteriori forniture di gas utilizzando il gasdotto fatiscente attraverso il territorio ucraino, menzionando anche che l’uso del gasdotto Nord Stream 2 non era fattibile in quanto non era stato concesso in licenza da Berlino e Bruxelles. Nel frattempo, l’autorità di regolamentazione dell’energia tedesca ha commentato che “i difetti denunciati dalla parte russa” non sono così cruciali da diventare “un motivo tecnico per la cessazione delle operazioni”, ma sta tenendo aperte due centrali nucleari che sarebbero dovute essere chiuse, commenta Alex Boltyan, l’analista di Esperio.

Ciò potrebbe ridurre i rischi della mancanza di energia elettrica, e così i prezzi spot del gas ad Amsterdam sono tornati ai livelli della scorsa settimana. Forse i prezzi delle azioni stanno guadagnando slancio a fronte di sufficienti riserve di gas in Europa, ma è improbabile che gli effetti positivi siano più di un fenomeno a breve termine, poiché un inverno rigido potrebbe richiedere carburante aggiuntivo affinché il settore continui a funzionare a un livello normale. I dati di luglio, pubblicati oggi, hanno mostrato che gli ordini delle fabbriche tedesche sono scesi di un altro 1,1%, per il quinto mese consecutivo negli ultimi sei mesi. È improbabile che i dati di agosto-ottobre e oltre siano molto migliori. “I livelli di stoccaggio del gas sono aumentati prima degli obiettivi europei e gli analisti pensano sempre più che la regione sopravviverà all’inverno senza il razionamento statale, anche se a costi esorbitanti per l’economia attraverso prezzi record”, ha scritto il Wall Street Journal.

Il presidente della Francia, Emmanuel Macron, ha affermato che il suo Paese sbloccherà un collo di bottiglia chiave per i flussi di gas europei per condividere alcuni volumi con la Germania, poiché “la Germania ha bisogno del nostro gas e abbiamo bisogno di elettricità prodotta nel resto d’Europa, in particolare la Germania”. L’impennata dei prezzi dell’energia ha già alimentato le proteste anti-governative di una folla di almeno 70.000 persone a Praga, i ricavi guadagnati da società rinnovabili, nucleari e idroelettriche con bassi costi di gestione, poiché i redditi oltre un certo limite sarebbero stati scremati e ridistribuiti ai clienti.

Questa settimana la Reserve Bank of Australia ha alzato il suo obiettivo di tasso di cambio dall’1,85% al ​​2,35%, cercando di mantenere l’economia “su un equilibrio” al di sopra del 4% nel 2023 e di circa il 3% nel 2024″. L’australiano ha registrato un’esplosione a breve termine sopra 0,6830 su questa notizia e ha continuato a scendere al di sotto di 0,6770 rispetto al dollaro USA, il livello più basso dal 15 luglio.

L’analista di Esperio suggerisce che gli investitori europei potrebbero difficilmente credere in un futuro migliore per l’economia nazionale e globale, mentre EURUSD ha testato i livelli vicino ai minimi da 20 anni vicino a 0,99. L’indice azionario Hang Seng non è riuscito a riprendersi dai minimi dall’estate del 2020 COVID a causa dei nuovi blocchi nelle vicine Shenzhen e Chengdu, la capitale della provincia cinese del Sichuan. Sembra che i mercati globali rimangano sotto pressione dall’attuale taglio delle carte economiche e politiche.

Segui le notizie dai mercati finanziari con Esperio 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button