Salute

Dieta Juice Color: la dieta dei colori da 1200 calorie

Più che di una dieta, si tratta infatti di un’abitudine alimentare

Quella che porta il nome di Dieta Juice Color è in realtà erroneamente denominata così. Più che di una dieta, si tratta infatti di un’abitudine alimentare che dev’essere adottata subito dopo un pranzo eccessivamente lauto, o dopo le grandi abbuffate delle feste per depurare il corpo dai grassi e dagli alimenti poco salutari. Non si tratta infatti di una dieta per perdere peso o per rimodellare il fisico ma di un atteggiamento sano e intelligente che va adottato nel caso in cui il giorno prima abbiamo esagerato col cenone, siamo stati invitati ad un ricevimento di nozze o a qualche altra festa.

Per ripulire il proprio organismo con la Dieta juice Color, la prima cosa da fare è bandire assolutamente fritture e bevande gassate; la mattina, è consigliata una colazione a base di spremuta di agrumi, arance gialle e rosse con aggiunta di succo di carote. Da mangiare, tre fette biscottate spalmate di marmellata di frutti rossi o ananas, magari integrando con una compressa a base di fucus da 150 mcg accompagnata da te’ o caffè dolcificati con fruttosio.

Nella dieta juice color viene attribuita grande importanza ai colori degli alimenti e al loro potere antiossidante: le sostanze di cui sono ricchi comprendono vitamina C, bioflavonoidi , polifenoli, betacarotene. Per farne rifornimento, basta consumare a metà mattinata del succo di mirtillo nero o anche un frullato di frutti rossi, ancora meglio se si predilige una coppa di fragole o lamponi.

Oltre ad essere ottimi per il rinnovamento cellulare, questi alimenti rappresentano un toccasana per la circolazione: nella lingua inglese sono infatti denominati “Scavengers” perché neutralizzano l’effetto deleterio di tossine e cellule potenzialmente cancerogene.

Il pranzo prevede la pasta o il riso condito con broccoli o spinaci. E’ preferibile una quantità moderata di sale, magari iodato, e si termina con un’insalata mista leggermente condita con olio. Al termine del pranzo, è bene consumare un bicchiere di succo di ananas.

Per smorzare il languore di primo pomeriggio, si suggerisce del succo a scelta tra melograno, mirtillo rosso e carota con un vasetto di yogurt magro ai frutti di bosco.

La cena, invece, è a base di carne bianca o pesce con contorno di verdura cotta o cruda condita con olio e limone; prima di coricarsi, l’ideale sarebbe un bicchiere di succo d’aloe vera.

Imbandire ogni giorno una tavola ricca dei colori che la natura ci offre è una garanzia di prevenzione e salute. Come sempre, prima di avventurarvi in qualsiasi dieta, consultate sempre il vostro medico di fiducia e un nutrizionista esperto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Guarda anche
Close
Back to top button