CuriositàTecnologia

I tunnel anti-traffico di Elon Musk

Elon Musk, il visionario inventore e imprenditore sudafricano, lo scorso dicembre non ha gradito l’esperienza di trovarsi imbottigliato nel traffico, motivo per il quale ha deciso di creare un’azienda per scavare tunnel nei quali far passare il traffico, in modo da risolvere in via definitiva il problema degli ingorghi.

Il nome dell’azienda è The Boring Company: il nome riprende un gioco di parole che utilizza il doppio significato che la parola “boring” assume in inglese: sia “noioso” che “scavare, trivellare” (la Compagnia Noiosa, la Società che Scava).

In un recente TED Talk, Musk ha spiegato il suo progetto più nel dettaglio: costruire tunnel sotterranei, attraverso i quali far scorrere le auto, che vi accedono tramite una sorta di “ascensore” situato in superficie, che le trasporta sopra e sotto terra (come illustrato nel video). La videoricostruzione è, in effetti, decisamente affascinante. L’auto si posiziona su una sorta di piattaforma mobile, simile a un montacarichi, che la sposta nel sottosuolo. Lì, la vettura inizia a scorrere su binari automatizzati che si muovono alla velocità di 200 Km/h. Nell’idea di Musk, il reticolo di tunnel potrebbe spingersi fino a 30 livelli di profondità; l’auto torna poi in superficie alla “fermata” scelta dal conducente.

L’idea era stata lanciata qualche mese fa, ma senza troppi dettagli, ed era apparsa quasi una provocazione. Ma circa una settimana fa il giovane imprenditore, fondatore della SpaceX, CEO/Chairman della Tesla Motors, e cofondatore di Paypal, ha twittato e pubblicato lo spettacolare video di anteprima dei tunnel della Boring Company. Un video visionario, avveniristico, che mostra scenari futuristici di auto che vengono spostate dal sottosuolo alla superficie, e viceversa, in una sorta di metropolitana pensata per le automobili.

Gli scavi sono già iniziati. Una talpa meccanica è stata immortalata al di sotto del quartier generale di SpaceX, a Hawthorne. Ovviamente si tratta di test, in attesa di verificare che siano possibili interventi più ampi. Il progetto è comunque ambizioso, e non esente da problematiche di vario tipo: una tra tutte, il fatto che la realizzazione dei tunnel richiederà anni per la sua realizzazione, e molto dipenderà anche dalle caratteristiche del terreno, che variano a seconda della zona e del tipo di suolo. Ma il fondatore della Boring Company è deciso a proseguire nella strada intrapresa.

Quella di Musk è una concezione del mondo e dell’esistenza: “Credo che sia importante costruire un futuro che ci ispiri”, che ci aiuti a trovare “delle ragioni per alzarci la mattina dal letto, con la voglia di vivere”.

Tags

Articoli correlati