Tv e Anticipazioni

Loving Vincent, il film sulla vita di Van Gogh in arrivo nelle sale a ottobre

Il 29 luglio è il giorno dell’anniversario della morte del pittore Vincent Van Gogh, che si spegne ad Auvers-sur-Oise il 29 luglio del 1890. Geniale e incompreso in vita, fino alla morte visse in povertà e praticamente sconosciuto; lottò per quasi tutta la sua esistenza contro la malattia mentale, e anche la sua morte resta avvolta nel mistero (morì per una ferita da arma da fuoco, molto probabilmente auto-inflitta). Intorno alle circostanze misteriose della sua vita e della sua morte ruota il film Loving Vincent, il primo lungometraggio interamente dipinto su tela; nelle sale italiane a partire dal 16 ottobre.

Il film è composto da migliaia di immagini di forte impatto artistico: alle immagini hanno lavorato 125 artisti, allo scopo di ottenere un risultato in linea con lo stile di Van Gogh. Loving Vincent racconta, attraverso 120 quadri e 800 documenti epistolari, la vita dell’artista olandese, soffermandosi poi sulla morte, archiviata come suicidio (anche se restano dubbi ancora oggi in proposito). Il film mescola tecnologia, arte e pittura, integrando la recitazione fatta da attori “reali” con le tecniche della pittura a olio – ogni inquadratura è stata successivamente dipinta a mano, e il risultato è impressionante. Loving Vincent ha come protagonisti attori famosi, poi abbinati a dipinti famosi: Jerome Flynn di Game of Thrones, Aidan Turner (Lo Hobbit), Helen McCrory (Harry Potter), e l’attore di teatro Robert Gulaczyk nel ruolo di Vincent Van Gogh.

La lavorazione di Loving Vincent prende il via nel 2011, coinvolgendo oltre un centinaio di giovani pittori che hanno lavorato per rifare e rielaborare accuratamente i capolavori di Van Gogh (tra questi, nel trailer possiamo notare Notte Stellata, Campo di grano con volo di corvi, il Ritratto di Joseph Roulin, la Stanza di Van Gogh ad Arlès, per citarne solo alcuni): nel film i quadri prendono vita, acquistano una dinamicità e un’esistenza propria – disorientando lo spettatore, che è abituato a vederli statici.

L’appuntamento italiano è per il 16, 17 e 18 ottobre nell’ambito del progetto “La Grande Arte al Cinema” , in collaborazione con NexoDigital e Adler.

Tags

Articoli correlati