Curiosità

Nustox, una vetrina commerciale che “svuota” i magazzini

Si chiama Nustox, è il nuovo e-commerce che offre una “seconda vita” ai prodotti, liberando i magazzini. A idearlo sono tre ragazzi calabresi che si dividono tra Milano e Roma: Nustox “prende ciò che si trova nel retrobottega di aziende o anche negozi, e gli conferisce nuova luce, aprendo ad un nuovo mercato, trasformando la spesa del magazzino in un guadagno e facendo allo stesso tempo del bene all’ambiente“. Il sito si muove nell’ottica del riutilizzo, e arriva prima del riciclo, riuscendo ad intercettare quelli che sarebbero potuti diventare rifiuti. Il tutto viene poi offerto al pubblico a prezzi bassi e convenienti. Il nome, Nustox, è un acronimo che fonde insieme le parole new, nuovo, e stocks.

Arriva il momento in cui ciò che non si riesce a vendere finisce in un angolo del magazzino, e diventa un peso e una spesa per negozi e aziende. Nustox riporta quelle cose in vetrina, trasformandole in guadagno: difatti, i prodotti stoccati (e invenduti) si traformano in perdite per il magazzino e per l’impresa, che è costretta a spese di mantenimento per la merce invenduta; e ciò si traduce in una riduzione della liquidità, in mancate entrate, in una riduzione dei ricavi, nell’invecchiamento del prodotto e in una perdita di quote di mercato. Nustox si propone di rigenerare un qualcosa che andrebbe, altrimenti, perduto: in sostanza, mettere in vetrina quello che si trova nel retrobottega, rivalutandolo.

Il sito è on line dalla fine di febbraio e punta, per il momento, a due categorie di prodotti: il fashion, e l’home living. Sta inoltre implementando la categoria “food”, e intende ampliare sempre di più l’offerta di prodotti disponibili, spaziando dall’edilizia alla tecnologia.

Tutti possono usufruire di Nustox, dalle aziende ai cittadini: per i venditori, si tratta di avere una possibilità in più, una vetrina per i propri prodotti altrimenti invenduti; e per i consumatori, si tratta di passeggiare in una sorta di centro commerciale virtuale, per scegliere i prodotti che più si preferiscono.

Tags

Articoli correlati