Curiosità

Farmaci d’estate, i consigli per conservarli quando la temperatura è troppo elevata

Anche d’estate, per molte persone assumere farmaci è essenziale se si soffre di alcuni tipi di disturbi che richiedono di essere trattati con continuità, ad esempio il diabete o l’ipertiroidismo. Molte persone inoltre portano in valigia pillole anticoncezionali, farmaci antistaminici, analgesici e medicinali da banco – acquistabili senza presentazione di ricetta medica – integratori, fermenti lattici e simili: col caldo diventa essenziale osservare alcuni accorgimenti per evitare che i farmaci si deteriorino, a causa delle alte temperature.  Ecco allora alcuni consigli per aiutarci a conservare nel modo corretto i farmaci durante i mesi estivi.

Leggere attentamente il foglietto illustrativo. Il primo, banale consiglio che viene da dare è quello di leggere con attenzione le modalità di conservazione del farmaco esposte nel foglietto illustrativo: molti dei farmaci vanno conservati “in luogo fresco e asciutto”, e ad una temperatura non superiore ai 25° C. Alcuni medicinali vanno tenuti in frigorifero, per cui durante il trasporto a casa andrebbero tenuti in un contenitore termico – per evitare forti sbalzi di temperatura, che potrebbero danneggiarli. Questo vale ad esempio per l’insulina.

Evitare gli sbalzi di temperatura. Se si affrontano lunghi viaggi in auto, i medicinali non vanno messi nel bagagliaio ma piuttosto nell’abitacolo, magari con l’aria condizionata accesa ed evitando l’esposizione diretta alla luce solare. In aereo, meglio tenere i farmaci nel bagaglio a mano piuttosto che nella stiva.

No all’umidità. Evitare gli ambienti molto umidi, se si desidera conservare il famaco in modo corretto. Medicinali come le strisce per accertare la gravidanza, la glicemia o l’ovulazione sono molto sensibili all’umidità, e potrebbero danneggiarsi.

Preferire le formulazioni in compresse. Rispetto alle bustine e alle formulazioni che contengono acqua, questo tipo di medicinali è molto meno sensibile alle temperature elevate.

Attenzione alle alterazioni. Se il medicinale presenta alterazioni nella forma, nel colore, nell’odore o nell’aspetto, meglio chiedere consiglio al farmacista prima di assumerlo, perché potrebbe essere stato danneggiato dal calore.

Non confondere le confezioni. Bisognerebbe evitare di inserire due farmaci diversi in una stessa confezione, o peggio per distrazione scambiare le confezioni. La confezione originaria contiene indicazioni fondamentali quali la data di scadenza e il foglietto illustrativo.

 

 

 

 

Tags

Articoli correlati