Tecnologia

Apple svela iOS 11: ecco cosa cambia col nuovo iPhone

Durante la WWDC 2017, l’annuale Conferenza mondiale degli sviluppatori della Apple, la società statunitense ha svelato tutte le novità del nuovo sistema operativo iOS 11, presentato proprio nel corso della conferenza. Il nuovissimo iOS 11 rappresenta la contromossa della Apple al già annunciato Android 8, in arrivo nei prossimi mesi: il nuovo sistema operativo girerà su iPad e iPhone, e sarà caratterizzato dal multitasking, un’esperienza nuova per quel che riguarda gli utenti della Apple.

Tante sono state le novità illustrate al pubblico in occasione della conferenza degli sviluppatori, e alcune hanno lasciato a bocca aperta. Con iOS 11, la Apple ha introdotto una nuova piattaforma, chiamata ArKit, che sfrutta la realtà aumentata per produrre contenuti virtuali che si vanno a sovrapporre a quelli “del mondo reale”, per creare esperienze di gioco interattive e molto più coinvolgenti.

Novità anche per quanto riguarda l’assistente virtuale incorporato allo smartphone, l’amatissima Siri: le nuove voci, sia maschili che femminili, saranno modificate in modo da risultare più naturali ed espressive; sia per quanto riguarda il ritmo che l’accento e l’intonazione, i tecnici della Apple si sono dati molto da fare allo scopo di migliorare l’esperienza di assistenza virtuale. Siri imparerà molto sull’utente in base alle ricerche o alle preferenze di Safari, dei Messaggi e delle Mail: in base a queste ultime, l’assistente sarà in grado di suggerire argomenti o luoghi preferiti, cercati o segnalati dall’utente stesso.

Per quanto riguarda la fotocamera, il comparto relativo risulta migliorato grazie all’introduzione del formato HEVC (High Efficency Video Coding) per i video, e del formato HEF per le foto, che sostituirà il vecchio formato JPEG. Volti e oggetti nelle immagini saranno catalogati, e questo ne renderà più semplice la ricerca; sarà inoltre possibile dare un taglio professionale a qualsiasi scatto, utilizzando nuove modalità (ad esempio il Ritratto con stabilizzazione ottica dell’immagine).

Inoltre, finalmente arriva la tanto attesa funzione “Non disturbare” alla guida: questa funzione aiuterà i guidatori a restare concentrati quando sono al volante, disattivando automaticamente le notifiche quando il conducente è alla guida, in modo tale da impedire allo schermo di illuminarsi. Sarà anche possibile impostare una sorta di risposta automatica, che i contatti della rubrica riceveranno quando l’utente sta guidando: la risposta li informa che l’utente non potrà rispondere fino a quando non sarà arrivato a destinazione.

Tags

Articoli correlati