Apple: arriva Beddit, in cantiere nuove app per il monitoraggio del sonno

La Mela acquisisce la società finlandese Beddit, produttrice di dispositivi per il monitoraggio della qualità del sonno

473
Beddit, app per monitorare il sonno

La Apple acquisisce Beddit, nota società finlandese che progetta sensori e piattaforme per il monitoraggio del sonno. Beddit ha confermato le voci di acquisizione, modificando la policy sulla privacy del suo sito, indicando che le informazioni e i dati dei consumatori sono ora in possesso della Apple, che deciderà in che modo gestirle.

Beddit 3, l’ultimo e più recente prodotto della Beddit, è in vendita sull’Apple store a 149 $: si tratta di una fascia sottile, flessibile e morbida, provvista di sensori; non occorre indossarla, basta collocarla tra le lenzuola e il materasso. I sensori in tal modo “tracciano” le attività del dormiente, la sua frequenza cardiaca, i movimenti e altri dati biometrici utili.

La tecnologia su cui è basata Beddit è basata su una tecnica non invasiva per misurare l’attività di cuore, polmoni e altre funzioni corporee; l’app dedicata, che si può scaricare gratis dall’Apple store, fornisce informazioni personalizzate e consigli specifici per aiutare a migliorare la qualità del sonno. Altri sensori di Beddit rilevano le variabili ambientali, quali ad esempio il tasso di umidità, e riescono a stabilire persino se l’utente russa durante la notte. Questo apre la strada alla formazione di suggerimenti personalizzati, allo scopo di fornire a ciascun singolo utente ciò di cui ha bisogno per modificare (in meglio) le proprie abitudini per quanto riguarda il sonno. Beddit si integra anche con HealthKit, l’app dedicata alla cura e al monitoraggio della salute dell’utente.

L’acquisizione si è rivelata una mossa strategica piuttosto valida da parte della Apple: in precedenza, infatti, la Mela aveva messo in cantiere lo studio di funzionalità per il tracciamento del sonno, da integrare in Apple Watch. Tuttavia, lo smartwatch di Apple ha la necessità di essere messo a ricaricare ogni sera, non può perciò tracciare tutti i dati relativi alla qualità del sonno, la durata, le fasi ecc. Sul mercato, inoltre, esistono dispositivi indossabili molto più economici dello smartwatch della Mela, per cui era diventato necessario trovare alternative: l’acquisizione della Beddit potrebbe rivelarsi una di queste valide alternative, anche grazie al fatto che la Apple si assicurerà ingegneri con la competenza necessaria in fatto di sonno.