Sport

Roma-Inter sabato 26 agosto ore 20.45

Entrambi vincenti nella prima di campionato. Di Francesco e Spalletti a confronto

Roma l’ante gara

Il tecnico della Roma Di Francesco si aspetta dai suoi giocatori una prestazione migliore rispetto a Bergamo. Vuole vedere più qualità dichiara e non si preoccupa dei paragoni tra lui e l’ex Spalletti. L’importante continua è portare a casa il risultato. Parlando del collega Spalletti lo ritiene un esempio, hanno lavorato insieme e sono in buoni rapporti. L’emergenza per il terzino destro verrà sanata da Manolas per il resto tutto invariato. Ci sarà la convocazione di Florenzi ma non è ancora in condizioni ottimali. Chissà che durante la partita non possa entrare in campo. Nura ha fatto solo terapia e Pellegrini palestra.

Inter l’ante gara

Spalletti torna all’Olimpico ma come avversario. Dopo aver allenato la Roma ora si ripresenta a capo dei neri azzurri. Parlando di Totti in una intervista si dichiara contento di poterlo riabbracciare. Parla e si sofferma su tutti i giocatori della Roma definendo la squadra con un motore ed una scocca forte. Per quanto riguarda il mercato neroazzurro non è deluso perché l’Inter ha già le sue stelle. Qualcuna va rispolverata un pochino. Per la formazione di sabato c’è un duello tra Brozovic e Joa Mario sulla trequarti. Forse ci sarà il debutto di Dalbert o Cancelo. Conferme per Negatomo e D’Ambrosio.

Olimpico blindato

I cancelli dello stadio verranno aperti alle 18. Sono previsti 45000 tifosi di cui 1400 interisti. 600 steward, 1500 gli uomini delle forze dell’ordine. Tavolo tecnico oggi per limare gli ultimi dettagli. L’allerta sarà alta ma non per i problemi tra le due tifoserie ma per il rischio attentati. Esaurita la curva Sud, la Nord ed i Distinti quasi. Nelle tribune ancora c’è posto e li troviamo Francesco Totti in giacca e cravatta. Esordio per lui da manager. C’è l’esordio anche per Kolarov alla prima partita in casa romanista. Il serbo ha già conquistato parecchi tifosi. Nella partita contro il Bergamo ha ricevuto anche qualche fischio causato dal suo passato laziale.

La Roma

La squadra della Roma fu fondata nel 1927 e nella stagione 2017-18 milita nella massima divisione del campionato italiano. Nella Borsa di Milano è presente dal 2000. Insieme a Lazio e Juve è una delle tre squadre quotata in borsa. Ha partecipato ad 89 campionati nazionali. Hanno vinto 3 scudetti, 9 coppe Italia e 2 Supercoppe italiane. I colori sono il rosso porpora ed il giallo oro del gonfalone del Campidoglio. Lo stemma ha subito nel corso degli anni delle modifiche. E’ arrivato nel 2017 con l’immagine della lupa, la scritta ROMA. I colori sono un rosso scuro sotto ed un giallo chiaro in alto. L’inno ufficiale è “Roma, Roma” scritto da Venditti e Bardotti. La mascotte è Romolo, un pupazzo a forma di lupo con indosso la maglia della squadra. La maglia reca il numero 753 anno di fondazione della città.

L’Inter

La squadra dell’Inter fu fondata nel 1908 da un gruppo di soci dissidenti del Milan. Nella lista dei suoi successi ci sono 18 Campionati di Lega, 7 Coppe Italia e 5 Supercoppe italiane. 30 vittorie in competizioni nazionali e 9 titoli in tornei internazionali. Ne deriva che è il terzo club italiano sia per numero di titoli ufficiali vinti che per vittorie in competizioni internazionali. Nel 2009-2010 vinse campionato, Coppa Nazionale e Champions League. Risulta essere il 19 club a livello mondiale in termini di fatturato. I colori sono il nero e l’azzurro scelti dallo stilista Muggiani. L’inno dell’Inter è “C’è solo l’Inter” ideato dal duo Elio e Graziano Romani.

Tags

Articoli correlati

Guarda anche

Close
Close