Politica

Renzi: giusto lo stop allo sbarco dei migranti

Il Pd unito su questa decisione. Bisogna aiutarli si ma a casa loro

Renzi e gli sbarchi

Renzi ha detto si al blocco degli sbarchi di migranti. Il partito è unito verso questa decisione. Per affrontare questo tema occorre buonsenso e ragionevolezza. E’ una cosa delicata e come tale va trattata. Oramai l’Italia è satura occorre aiutarli nel loro paese. Bisogna investire in Africa non solo con le grandi aziende ma con la cooperazione e gli investimenti nei luoghi d’origine. Al pronunciare queste parole è venuta giù la rivoluzione. Renzi fa capire che questo sarà uno dei temi della campagna elettorale che parte a settembre e che toccherà tutta l’Italia. Ha fatto presente che il suo viaggio non servirà per tenere discorsi ma per incontrare la gente comune nelle scuole, al centro anziani, nelle aziende.

Renzi e la nuova campagna politica

Renzi ritiene il Pd il polo del buon senso e per questo deve vincere le elezioni. Se non vincessero loro sarebbe il turno degli estremisti e populisti. Da queste parole si capisce che le vacanze sono finite e che si incomincia a fare sul serio. A Bologna terminato il suo intervento si è fermato sul palco a firmare le copie del suo libro Avanti. Poi ha pranzato con i volontari e da loro ha ricevuto in regalo una maglietta dedicata al partigiano Adelmo Franceschini. Da Bologna a Reggio Emilia seconda tappa. Sempre secondo lui il Pd ha già iniziato a portare avanti il Paese. Di posti di lavoro ne ha parlato tanto Berlusconi afferma ma chi poi li ha creati è stato il Pd. E’ molto contento della battaglia dell’Emilia Romagna al problema vaccini. Ritiene che il suo partito è quello che sta dalla parte della scienza. Contesta il comportamento di Beppe Grillo che dice no alla mammografia.

Nuove campagne elettorali

Mi sa proprio che da settembre ne sentiremo delle belle da tutti gli schieramenti politici. Saranno tutti bravi, tutti salvatori della Patria. Troveranno lavoro a tutti, risolveranno tutti i problemi dell’immigrazione. Sono anni che sentiamo sempre le stesse parole e sono anni che non vediamo mai un risultato. Come mai? Forse c’è qualcosa che ci sfugge o forse c’è qualcosa che non viene fatto? Chi può dirlo! A sentire loro è tutto fatto bene e per di più fatto per noi. A vedere poi i risultati nella vita di tutti i giorni ce ne passa! Altro autunno altra campagna staremo a vedere e sentire.

Italia oggi

Com’è ridotta oggi l’Italia? Un cumulo de “monnezza“. Il termine è usato per far capire che purtroppo non interessa più a nessuno cosa succede e cosa subiamo ogni giorno. Sono aumentati i barboni che dormono in strada, le coppie fanno sesso tranquillamente in strada senza nessun pudore. Oramai l’Italia è come un corridoio cioè un passaggio per cercare fortuna in Germania, in Svizzera. Chi ci vive spera solo che i figli possano andarsene ed intraprendere una carriera ed una nuova vita fuori da questo paese abbandonato. Anche nelle piccole città oggi si vive con il terrore per i casi di violenza, stupro, rapine. Gruppi che si accoltellano tra loro e spesso ci rimette il poliziotto italiano che per dovere è costretto ad intervenire. Chissà che il 2017 possa essere l’anno della Rinascita dell’Italia. Chissà che qualcuno stavolta possa girarsi e veramente osservare dove viviamo. Speriamo in un miracolo ed attendiamo fiduciosi. Se son rose fioriranno.

 

 

Tags

Articoli correlati

Guarda anche

Close
Close