Politica

Sono dell’Isis ed ho solo 13 anni: so come uccidere ma non conosco altro.

Già a 13 anni uccidono come se si trattasse di un video game.

Isis e i ragazzi

Mohammed ha 13 anni ed è già un soldato dell’Isis. E’ stato catturato dai curdi siriani ed ora è prigionieri di guerra. Divide la cella con altri ragazzi e con adulti. Non conosce nulla della vita di oggi, non vede la tv da due anni, non conosce il calcio ne altro. E’ stato arrestato mentre difendeva un villaggio vicino Raqqa. Il ragazzo mentre era un miliziano dell’Isis faceva comunque una vita da prigioniero anche se lui non se ne è mai accorto. Un addestramento durissimo, la scuola coranica, i video per imparare come si uccide un uomo. Questo è quello che faceva tutti i giorni per prepararsi ad uccidere. Voleva diventare un grande guerriero.

Isis bambine schiave sessuali

E’ la storia di Sleman Kamal che all’età di 13 anni il 3 agosto 2014 è stata rapita alla sua famiglia e data schiava ai miliziani dell’Isis. Veniva stuprata insieme ad altre ragazze e nei momenti di pace viveva in mezzo all’immondizia. Venivano tenute ammassate l’una sull’altra e nutrite al limite minimo per la sopravvivenza.

Diritti civili

Questo ragazzo agli occhi di tutti è un assassino ma in effetti è una vittima. In questi posti sia i bambini che le donne perdono i loro diritti. Raqqa verrà completamente riconquistata a breve ma il problema dell’Isis in tutto il Mondo per il momento rimane vivo.

Che cos’è l’Isis

Nel 2014 un gruppo di jihadisti annunciano la creazione di un califfato islamico. A capo del gruppo Abu Bakr al-Baghdadi. Il califfato si estenda da Aleppo in Siria fino a Diyala in Iraq. Occupa un territorio di 35000 chilometri quadrati e sotto il suo controllo ci sono 6 milioni di persone. Lo stato islamico ha conquistato parecchio territorio in breve tempo ma le manovre in realtà duravano da mesi. Il loro capo all’età di 18 anni si trasferisce a Baghdad, ottiene un dottorato in studi islamici ed è frequentatore della moschea di Tobchi. Vive in Afghanistan tra il 1996 ed il 2000, nel 2005 viene recluso a Camp Bucca. Nel 2009 viene rilasciato perché la prigione chiude.

Chi lo compone

Più di 30000 sono i combattenti che hanno aderito alla causa o che sono stati obbligati a farne parte. Le reclute sono ragazzi in cerca di lavoro e provengono da diversi Stati attratti dalla loro propaganda. In Iraq ed in Siria per lo stato islamico combattono 3000 europei. A Raqqa città considerata la loro capitale uomini e donne controllano la popolazione con la forza.

Come si mantengono

2 miliardi di dollari è l’importo stimato del loro patrimonio. E’ il gruppo terroristico più ricco al mondo. Guadagnano 3 milioni di dollari al giorno grazie al petrolio. 430 milioni rubati alle banche saccheggiate durante le conquiste, 96 milioni riciclaggio di denaro a Mosul, 343 milioni da altre attività poco chiare.

Terrore online

I loro messaggi terroristici arrivano attraverso i social. 40 mila inviati in un solo giorno attraverso una sofisticata rete di account. Attraverso una particolare strategia la propaganda islamica viaggia nel web attraverso tutti i canali. Al 90% è in lingua inglese da You Tube a Facebook ogni spazio è utile per inculcare terrore e propagandare la loro politica.

 

 

Tags

Articoli correlati

Close