Cucina

Curcuma: come preparare la polvere partendo dal rizoma

Una spezia utilissima in cucina ma anche come curativo

La curcuma è una spezia ed ha molteplici proprietà. Il suo potere più grande è antiossidante ed antiinfiammatorio. Utilissima per le persone che soffrono di cattiva digestione. Ha un’azione depurativa ed è anche un valido fluidificante del sangue.

In India il rizoma viene messo sopra le ferite perchè ha un’ottima azione cicatrizzante. Il suo principio attivo la curcumina viene espulso dal nostro organismo con molta facilità. Di norma è consigliato utilizzarla insieme all’olio di cocco o al pepe nero in modo da avere un’assimilazione più facile. In commercio la potete trovare o in polvere o intera come radice detto “rizoma“. Se avete il rizoma potete tranquillamente produrre voi stessi la polvere. Ci sono dei passaggi da seguire ma sono semplici. Proviamo ora a descrivere tutto il procedimento.

Curcuma in polvere

La curcuma in polvere ha sia il potere colorante sia è utilissima come spezia. Abbiamo tenuto a precisare il fatto del colore in modo tale che per il procedimento voi usiate dei guanti usa e getta e degli utensili in acciaio o scuri. Sulle mani le macchie di curcuma resistono anche ai lavaggi e possono rimanere anche per un’intera settimana. Ora prendete la radice e fatela bollire in pentola per 45 minuti circa. Questo la renderà più morbida e più facile da grattugiare. Terminata la bollitura va fatta raffreddare così da poter togliere la pelle esterna.

Un consiglio per togliere la pelle più facilmente è quello di lavorare dei pezzi da cinque o sei centimetri. Ora dovete essiccare la radice in un luogo senza luce e ben ventilato. Fate molta attenzione al fattore buio se no la radice perderebbe di colore. L’essiccazione dovrà durare all’incirca una settimana. Quando sentirete che la radice è dura e non c’è traccia di umidità allora è pronta. Ora potete tranquillamente frullare i vostri pezzi di curcuma così da ottenere la vostra polvere. Potete conservarla per molto tempo l’importante è che non stia al caldo ed alla luce diretta.

Utilizzo

Ora avete pronta la polvere che potete utilizzare tranquillamente in moltissime cucine di tutti i giorni. La dose ideale è pari a due cucchiaini da caffè. La potete mettere sulle vostre ricette a fine cottura, nello yogurt o farci delle salse. Si può mettere sopra alle verdure cotte, nell’insalata. Nelle ricette asiatiche è usata moltissimo ed è anche l’ingrediente principale del curry. Se incominciate ad utilizzarla vi verrà naturale inserirla nei vostri piatti come mettete il sale o il pepe.

Tags