Economia e Finanza

TeleTrade: A differenza di Riccioli d’oro, la Fed non vuole fare la sua scelta

L'imminente tracollo dell'economia globale con un probabile crollo del mercato diventa sempre più evidente

L’imminente tracollo dell’economia globale con un probabile crollo del mercato diventa sempre più evidente. Il Volatility Index (VIX), che di solito registra picchi durante le turbolenze del mercato, è salito del 17,35% venerdì e di un altro 8% all’inizio della settimana. Questo picco si è verificato dopo che il Presidente della Federal Reserve (Fed) Jerome Powell venerdì ha usato le parole “un po’ di dolore per famiglie e imprese”, che sarebbero “gli sfortunati costi della riduzione dell’inflazione” mentre si manterrà una posizione politica restrittiva per un periodo più lungo, anche se ciò potrebbe comportare un “periodo sostenuto di crescita al di sotto del trend”. Il VIX è un indicatore popolare delle aspettative di Wall Street basate sulle opzioni dello S&P 500 del mese successivo e il suo aumento indica un calo ritardato degli indici azionari globali. I valori estremi del VIX durante le correzioni di mercato normalmente superano almeno i 35 punti. L’indice S&P 500 ha perso quasi il 3,4% il 25 agosto e continua a sembrare molto debole anche in questi giorni.

Ilya Frolov
Ilya Frolov, Responsabile della gestione del portafoglio di TeleTrade

Sembra che il peggio sia in arrivo, infatti le minacce svelate da Powell di perseguire la politica monetaria dovrebbero smorzare la domanda. Invece di fare qualcosa di simile all’approccio della favola di Riccioli d’oro quando una giovane ragazza, dopo aver assaggiato tre diverse ciotole di porridge, preferiva un porridge che non era né troppo caldo né troppo freddo ma aveva la giusta temperatura, la Fed si trova più che pronta a sacrificare in ogni modo possibile l’intera economia americana per ritardare la caduta del sistema finanziario basato sui buoni del tesoro, commenta Responsabile della gestione del portafoglio di TeleTrade, Ilya Frolov.

Ancora più incredibile è l’atteggiamento del leader della Fed che ha esplicitamente nominato la domanda dei consumatori come responsabile di tutti i problemi della crisi energetica, della carenza di approvvigionamento e della ripresa post-COVID. Parlando delle lezioni degli anni ’80 con “la riuscita disinflazione di Volcker” a seguito di molteplici “tentativi falliti di abbassare l’inflazione negli ultimi 15 anni”, Jerome Powell ha elencato tre lezioni. La prima è che “le banche centrali possono e devono assumersi la responsabilità di fornire un’inflazione bassa e stabile”, la seconda che “le aspettative del pubblico sull’inflazione futura possono svolgere un ruolo significativo nell’impostare effettivamente il percorso dell’inflazione nel tempo” e “quindi parte del compito di tornare a un’economia più stabile e più produttiva deve essere quello di rompere la morsa delle aspettative inflazionistiche” e la terza lezione è stata che “dobbiamo mantenerlo fino a quando il lavoro non sarà terminato”.

L’attuale alta inflazione è “un fenomeno globale”, che la Fed non può evitare. “Gli strumenti della Fed funzionano principalmente sulla domanda aggregata” nell’economia nazionale, e quindi la responsabilità della Fed risiede in “un lavoro da svolgere per moderare la domanda”. Prima del tempo di Volcker, negli anni ’70, quando l’inflazione salì di un valore a due cifre, “l’aspettativa di un’inflazione elevata si radicava” nelle decisioni economiche “delle famiglie e delle imprese… poiché più persone si aspettavano che l’inflazione rimanesse alta”, più “hanno costruito quella convinzione nelle decisioni sui salari e sui prezzi”.

Anche un ex candidato presidenziale democratico degli Stati Uniti la senatrice Elizabeth Warren ha alzato la voce contro tale approccio dicendo che era “molto preoccupata” che la Fed potrebbe fare precipitare l’economia della nazione in recessione e che gli aumenti dei tassi di interesse avrebbero fatto perdere il lavoro a tante persone.

Sembra che a differenza di Riccioli d’oro, che ha scelto l’ultima e più piccola sedia oltre che il letto più piccolo, Powell e compagni scelgano di mangiare tutto il porridge, sedersi su ogni sedia e prendere i letti sia del papà che della mamma per farli a pezzi. Potrebbe essere troppo tardi quando si sveglieranno per urlare “Aiuto!” Il mercato rischia già di diventare completamente ribassista.

Resta sempre aggiornato sull’andamento dei mercati finanziari con il Calendario Economico di TeleTrade

Disclaimer: le analisi e le opinioni fornite nel presente documento sono intese esclusivamente a scopo informativo ed educativo e non rappresentano una raccomandazione o un consiglio di investimento da parte di TeleTrade. L’affidamento indiscriminato a materiale illustrativo o informativo può portare a perdite.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button