Politica

Bonus Mamme dall’ Inps 800 euro dal 4 maggio: indicazioni per presentare la domanda

Da domani 4 maggio 2017 si potranno presentare le domande per il bonus mamma da 800 euro per la nascita oppure per l’adozione di un minore. Da una circolare dell’Inps, sappiamo che questo premio alla nascita del bebè è una misura rivolta per aiutare le donne in gravidanza che hanno difficoltà nell’ affrontare le spese notevoli sia per il medico e anche per quanto riguarda l’acquisto di articoli per i bebè.

 

Per chiedere questa sovvenzione all’Inps ecco le indicazioni di come presentazione la domanda: il premio è corrisposto direttamente dall’Istituto nazionale della previdenza sociale che, su richiesta della donna incinta o della mamma del minore, fornisce il pagamento dell’importo di 800 euro per la nascita del neonato o per un figlio adottato/affidato. Quando si presentata la domanda bisogna specificare l’evento per il quale si chiede il beneficio e esattamente:  compimento del 7° mese di gestazione “inizio dell’8° mese di gravidanza”,  parto “anche se precedente all’inizio dell’8° mese di gestazione; adozione del minore, internazionale o nazionale, disposta la sentenza divenuta definitiva ai sensi della legge n. 184/1983, tutela preadottiva nazionale disposto con ordine ai sensi dell’art. 22, comma 6, della legge 184/1983 o affidamento preadottivo internazionale ai sensi dell’art. 34 della legge 184/1983.

 

L’ Inps rende noto che in riferimento allo stesso minore, si dovrà esibire un’unica domanda, quindi se già è stata presentata la domanda in relazione all’evento del compimento del 7° mese di maternità, non si dovrà successivamente presentare un’altra domanda in relazione all’avvenimento della nascita. Similmente, il beneficio richiesto per l’affidamento preadottivo non può essere ridomandato in occasione di una successiva adozione dello stesso minore. Dove invece si tratta di un parto plurimo la domanda, se già inoltrata al compimento del 7° mese, sarà presentata anche in esito alla nascita con l’introduzione delle notizie di tutti i minori indispensabili per l’integrazione del bonus già richiesto, riguardo al numero dei nati.

Il premio in denaro è donato in un’unica soluzione in relazione ad ogni figlio nato oppure adottato/affidato, per beneficiare del bonus mamma da 800 euro si dev’essere cittadinanza italiana o comunitaria; le donne non comunitarie che beneficiano dello status di rifugiate politiche e protezione sussidiaria sono uguagliate alle cittadine italiane; per le donne non comunitarie è chiesto il permesso di soggiorno UE di durevole periodo o di uno dei  documenti di soggiorno per familiari di cittadini Ue previste dal D.L. 30/2007.

La domanda deve essere proposta all’Inps unicamente in via telematica.

Per poter aderire al bonus mamma 2017 da 800 euro, è indispensabile trasmettere una specifica domanda per via telematica all’Inps in tre diversi forme: con l’aiuto del Patronati poiché sono forniti dei servizi telematici, mediante internet adoperando i portali dell’Inps o chiamando al Contact Center al numero 803164 per i fissi oppure per i cellulari allo 06164164.

La domanda in ogni caso va esibita a decorrere dal 4 maggio 2017.

Tags

Articoli correlati

Close