Tv e Anticipazioni

I cavalieri dello zodiaco tornano con un remake

Netflix ha deciso di produrre la nuova serie

Era da un po’ che se ne parlava ma l’annuncio ufficiale è arrivato solo di recente: Netflix si occuperà del remake del famoso anime (cartone animato giapponese) dal titolo “I cavalieri dello zodiaco”.

Il titolo della nuova serie, ancora provvisorio, è Knignts of the Zodiac – Saint Seya e si pensa che per la prima stagione gli episodi potrebbero essere circa 12. Come sempre la produzione sarà nelle mani della Toei Animations. Torna così la famosa saga creata nel 1985 da Masami Kurumada e che negli anni novanta ha avuto un successo eclatante in Italia, affascinando i ragazzini di allora che oggi, a distanza di anni, non attendono altro che rivivere le atmosfere a loro tanto care in una veste grafica tutta nuova ed interamente realizzata al computer.

La prima stagione racconterà la storia partendo dalla guerra galattica ed arrivando ai cavalieri d’argento. Il direttore sarà Yoshiharu Ashino mentre i dialoghi saranno curati dagli americani. Si pensa che dietro questa scelta ci sia la volontà di rendere ancor più famosa la serie anche in America dove, a differenza di Giappone ed Europa, l’eco di successo della saga non è mai arrivato.

La trama in breve

La storia, molto brevemente, racconta le avventure dei dodici cavalieri che decidono di proteggere la giovane Isabel, reincarnazione della Dea Athena. I loro nome deriva dall’armatura che indossa e che richiama la costellazione dello zodiaco. La storia è molto complessa avendo diverse sottotrame che si intrecciano tra loro.

Curiosità sulla saga dei cavalieri dello zodiaco

La serie, che in Giappone ha avuto un enorme successo, consta per prima cosa del manga da cui tutto ha avuto origine. Da allora, oltre al famoso anime sono stati realizzati cd musicali, cd drama (ovvero recitati), ova, film live action, musical, action figure, artbook dell’anime, artbook del manga, videogichi e svariati gadgets. Dalla storia è tratto anche un romanzo mentre dal manga è stato tratto un volume enciclopedico. Come è ovvio, alcuni di questi articoli sono ormai dei veri e propri pezzi da collezione. Non è quindi così strano che Netflix abbia deciso di inserire questo capolavoro tra i suoi prodotti, aggiudicandosi così la grande fetta di utenti appassionati di giappone.

Si pensa che la serie sarà interamente in lingua giapponese e sottotitolata. Una vera chicca per chi amando l’opera desidera poterla vedere in lingua originale, apprezzandone così determinate sfumature che altrimenti andrebbero inevitabilmente perse.

La data ufficiale non è ancora stata rilasciata ma i fan sono già in trepidante attesa di quello che potrebbe essere solo uno dei tanti remake di anime diventati famosi tra gli anni ottanta e novanta.

Articoli correlati