Braccialetti rossi: al via la quarta stagione

146
braccialetti rossi

È giunta da poco la notizia che Braccialetti Rossi, la famosa fiction in onda sulla Rai e tanto amata dal pubblico, avrà un continuo. Ci sarà quindi una quarta stagione che pur mantenendo lo stesso titolo porterà con se storie nuove e, notizia meno piacevole per i fan storici, darà l’addio ad alcuni dei personaggi più amati. Secondo alcune indiscrezioni sembra infatti che le nuove storie saranno ambientate qualche anno più avanti rispetto a quelle raccontate fino ad oggi. Ciò porterà quindi l’arrivo di nuovi pazienti che saranno accolti ancora dalla dottoressa Lisandri (Carlotta Natoli) e dal dottor Andrea Alfredi (Andrea Tidona).

Un’aria di cambiamenti ancora tutta da definire e ricca di indiscrezioni. Sembra infatti che prima di pensare a questa quarta stagione, era stato definito un film che avrebbe dovuto raccontare la storia in modo diverso. Un’idea che al momento non si sa ancora se andrà in porto o se verrà accantonata per qualche tempo ma che ha sicuramente contribuito al progetto di questa quarta stagione ancora tutta da scoprire.

Spoiler alert!

Uno degli addii forse più sentiti e temuti è quello che riguarda Leo, il personaggio interpretato da Carmine Buschini che alla fine della terza stagione stava per affrontare un intervento importante. I fan potranno consolarsi sapendo che molto probabilmente non ci sarà di mezzo l’intervento ma una nuova vita che potrebbe portare Leo lontano dalle scene, insieme alla moglie Cris ed al figlio.

La storia:

Braccialetti Rossi racconta le storie di un gruppo di ragazzini affetti da gravi malattie per le quali si trovano ricoverati nello stesso ospedale. Qui, Leo, un ragazzo ricoverato da diverso tempo decide di offrire loro dei braccialetti rossi ricevuti come identificativo durante gli interventi chirurgici cui è stato sottoposto. In questo modo Leo diventa il leader di questo strano gruppo di amici, uniti dal desiderio di amicizia e dalla speranza di cui i braccialetti rossi diventeranno un simbolo. Attraverso le storie di questi ragazzi, la loro unione e la fiducia smisurata verso un domani migliore, Braccialetti Rossi è diventato ben presto una serie di successo, amata da fan di ogni età.

Curiosità:

La serie, girata quasi interamente in Puglia e vincitrice di svariati premi, è ispirata alla storia dello scrittore Albert Espinosa che, dopo essere guarito dal cancro, ha deciso di raccontarsi attraverso le pagine di un libro. Oltre alla versione italiana di Braccialetti Rossi ne esiste una catalana dal titolo Polsere vermelles.