Curiosità

Che cos’è il diritto ereditario: curiosità e info utili

All’interno del diritto ereditario sono raggruppate tutte quelle attività che sono finalizzate al controllo della successione

Hai mai sentito parlare del diritto ereditario o successorio? Se sei arrivato fino a qui, sei alla ricerca di informazioni, così da capire al meglio che cosa significhi questo argomento, e soprattutto in che modo è possibile farsi aiutare. Ciò vuol dire che di recente potresti aver perso una persona cara, o un conoscente, e vuoi capire com’è regolamentata la ripartizione dei beni in seguito a una morte. La persona scomparsa può, precedentemente, dividere i suoi averi per mezzo di un testamento, oppure lasciare che i suoi beni siano divisi in modo equo. Quest’ultimo passaggio prevede una procedura legale, che è regolata dal diritto ereditario italiano.

Che cos’è quindi il diritto ereditario e quali sono le sue caratteristiche

All’interno del diritto ereditario sono raggruppate tutte quelle attività che sono finalizzate al controllo della successione, e quindi al trasferimento del patrimonio. Quest’ultimo si forma di beni patrimoniali attivi e passivi, che prevede non solo crediti, ma anche debiti. La successione ereditaria può avvenire in due diverse modalità:

  • Successione universale: l’erede subentra e va ad assumere così la posizione giuridica patrimoniale della persona scomparsa;
  • A titolo particolare: in questo caso il successore interviene unicamente in uno o più rapporti ben precisi e stabiliti.

Un erede diretto va a subentrare in tutti i rapporti patrimoniali, e dovrà acquisire eventuali debiti. Sarà anche legittimato nei processi, o nei procedimenti relativi al defunto. Tutto ciò che compete al diritto ereditario, è sancito dal Codice Civile, o dal testamento. Questo documento deve essere:

  • Formale: poiché deve stabilire le modalità e tutte le formalità con cui è redatto il documento stesso.
  • Revocabile: potrà essere modificato fino al momento del decesso;
  • Unilaterale: poiché questo documento ha effetti stabiliti, a prescindere dalle volontà degli eredi;
  • Personale: ogni soggetto deve esprimere le sue volontà.

Quante tipologie di successione ereditaria esistono?

E’ bene sapere che, la successione ereditaria può essere suddivisa in una serie di sotto categorie. Si chiama legittima quando non è stato disposto il testamento dal defunto. In questo caso il diritto ereditario interviene per disporre le assegnazioni, che spettano quindi al coniuge, ai figli, ai familiari/fratelli. E’ invece definita necessaria, quando ogni persona ha la facoltà di disporre dei relativi beni dopo la morte del soggetto. Bisognerà evitare di ledere i diritti garantiti dalla legge, che portano il coniuge e i figli (i congiunti più stretti) ad avere sempre la giusta attribuzione dei beni anche se non dovesse essere disposto nel testamento.

Infine citiamo la successione testamentaria, che come dice il nome prevede la presenza di un documento redatta da un notaio, o dallo stesso defunto mentre era ancora in vita.

Ma non temere: potrai chiedere una consulenza specifica, in modo da essere accompagnato da appositi professionisti, nella risoluzione veloce di tutte le pratiche previste e citate. Lo studio legale Roma Pastori&Kollegen con le sue sedi a Roma e in Germania e specializzato in diritto ereditario e successorio.

Tags
Back to top button